rotate portrait thanks

Museo

Museo

Chi arriva alla Tenuta Rocca di Montemassi ha l’opportunità di visitare le cantine, i vigneti ed il Museo della Civiltà Rurale che racconta l’anima di Maremma. Inaugurato il 26 maggio 2007, è stato creato da Gianni e Silvana Zonin - come recita una targa apposta all’ingresso del museo - “a testimonianza delle più antiche e genuine tradizioni della cultura e della civiltà contadina in Toscana affinché le giovani generazioni continuino a coltivare nei loro cuori la passione per la terra e il rispetto per i suoi valori”.

E’una ricchissima collezione di oltre tremila oggetti che partono dai secoli più remoti e si fermano al periodo pre-bellico e di una documentazione fotografica che narra oltre cento anni di stile di vita contadino. È diviso in sezioni e consente un affascinante percorso che inizia con l’esposizione di storici oggetti di cantina per dare una ideale continuità con l’azienda vitivinicola circostante. Una grandissima immagine della fine dell’800 di tre metri per nove di lunghezza ricorda il lavoro dei campi ed è posta sul perimetro della parete tra finestre. Segue la sezione legata all’aratura, alla semina e alla trasformazione dei prodotti della terra, nonché al trasporto.

Museo

Particolare evidenza è stata riservata alle attività del boscaiolo, del falegname e del fabbro e ai mestieri come l’arrotino, il vetraio, il ciabattino. Il generoso e paziente lavoro della donna nella civiltà rurale dell’epoca è messo in risalto attraverso molteplici attività in particolare di cucina e di telaio.

L’itinerario termina con l’area ludica dedicata al tempo libero. L’ultima immagine è una piacevole finestra che si apre sui giochi delle carte e delle bocce. Una visita al Museo della Civiltà rurale di Rocca di Montemassi è insieme esperienza dei luoghi, esperienza degli uomini, percezione della storia.

Il museo è aperto al pubblico dal martedì al sabato con tour (della durata di 1h 30 minuti): 10.30, 14.00, 16.30. Domenica, lunedì e festivi chiuso, su prenotazione per gruppi.